Sotto accusa l’odontoiatria “low cost”

Condividi:

Finalmente, dopo anni di silenzi e mezze parole, si è scoperchiato il vaso dei franchising e dei presunti low cost. Ieri, infatti, la nota trasmissione televisiva “Report” ha trasmesso in prima serata su Rai Tre il servizio intitolato “Gli sdentati” (che si può rivedere a questo link http://youtu.be/voe81IwIMIc).


Il tema delle cosiddette “catene” e dell’odontoiatria “low cost (apparente)”, comincia fortunatamente ad avere visibilità mediatica. Queste compagnie, dall’approvazione della Legge Bersani in poi, hanno minato la nostra professione con atteggiamenti prettamente commerciali, tralasciando la nostra vera missione: la cura del paziente.

Un argomento che all’interno del neonato gruppo denominato “Cabina di Regia” composto da ANDI, CAO e AIO si sta affrontando con attenzione e impegno.

Già molte sono le idee e le proposte nate in seno al nuovo Esecutivo Nazionale per cercare di contrastare questo fenomeno, soprattutto per tutelare tutti quei colleghi – e in particolare i più giovani – che sono costretti a prestare la propria attività subendo molte volte le direttive di una “segreteria commerciale” distante dagli obiettivi della tutela della salute del cittadino ma vicina agli interessi economici dei grandi investitori, a volte poco chiari e svincolati dalla tassazione e dai versamenti pensionistici.

La lotta è appena iniziata.

Ti invito pertanto a segnalarci eventuali situazioni anomale di cui sei a conoscenza in modo da poter improntare azioni atte a tutelare il nostro lavoro e la nostra professione.

IL PRESIDENTE DI ANDI PAVIA
Dottor Marco Colombo

Condividi:
Facebook
YouTube
Twitter
Scrivici