Coronavirus, revisione delle istruzioni di utilizzo dei DPI

Condividi:

In questo articolo:

La prevenzione dell’infezione da Coronavirus SARS CoV-2

Guida pratica per Odontoiatri e personale di studio odontoiatrico

Generalità sull’infezione da Coronavirus SARS-CoV-2

Il virus si trasmette principalmente a seguito di contatti stretti e prolungati da uomo a uomo. I sintomi principali sono febbre, tosse, difficoltà respiratorie, dolori muscolari e mal di gola.

È nota da solo poche settimane e le conoscenze scientifiche sulla sua evoluzione clinica sono in continuo aggiornamento.

Sarà nostra cura aggiornarVi costantemente sull’evolversi delle conoscenze  e delle misure di prevenzione e di specifico intervento in particolari aree che saranno diramate dalle istituzioni di riferimento.

Prevenzione dell’infezione da Coronavirus SARS-CoV-2

Metodiche di prevenzione più efficaci senza incorrere in inutili e anche pericolosi allarmismi:

  • Includere nell’anamnesi medica prossima la richiesta di evidenziare recenti viaggi nelle aree già soggette a quarantena o di frequentazioni con persone provenienti da esse.
  • Ricambiare l’aria sempre tra un paziente ed un altro e periodicamente anche in sala d’attesa. Evitare affollamento in sala d’attesa.
  • Utilizzare costantemente i DPI (dispositivi di protezione individuali) mentre si sta lavorando e pretendere massima attenzione nell’uso dei DPI da parte del personale medico e sanitario. Nelle zone soggette a specifica ordinanza regionale e comunale usare mascherine FFP3-V.
  • Lavarsi le mani per almeno 20 secondi. L’operazione di lavaggio deve essere preliminare all’uso del disinfettante.
  • Detergere con disinfettanti idroalcolici con concentrazione oltre il 60% le superfici di contatto clinico.
  • Proteggere con barriere monouso (domopak) le superfici più utilizzate e gettarle quando usate in sacco chiuso da smaltire tra i rifiuti speciali
  • Istruire su come indossare correttamente i DPI, come toglierli correttamente e come smaltirli correttamente (sacco chiuso da smaltire tra i rifiuti speciali)
  • Mettere a disposizione di pazienti e accompagnatori un disinfettante alcolico all’entrata e invitarli a pulire le mani prima di accomodarsi.
  • Rimuovere dalle sale d’aspetto tutti gli oggetti potenzialmente contaminanti, quali: riviste e giocattoli a disposizione dei pazienti.

Norme per l’igiene delle mani

I cinque momenti fondamentali per l'igiene delle mani
CLICCA SULL’IMMAGINE PER SCARICARE IL PDF
Come lavarsi le mani
CLICCA SULL’IMMAGINE PER SCARICARE IL PDF
Frizione alcolica mani
CLICCA SULL’IMMAGINE PER SCARICARE IL PDF

Istruzioni per il datore di lavoro

Il Coronavirus, come agente biologico, rientra all’interno delle valutazioni del rischio previste dal D.Lgs. 81/08 e s.m.i. (Testo Unico in materia di Sicurezza sul Lavoro) per le attività lavorative esposte ad agenti biologici.

Il rischio biologico costituisce di per sé un rischio intrinseco all’attività dello studio odontoiatrico al quale l’operatore sanitario, l’odontoiatra stesso, l’assistente di studio, l’igienista possono trovarsi esposti. Tale rischio è determinato da diversi tipi di agenti biologici che possono risultare potenziali portatori delle più svariate patologie infettive.

Il D.Lgs. 81/08 al Titolo X tratta l’esposizione ad agenti biologici: tali norme si applicano a tutte le attività lavorative nelle quali vi è rischio di esposizione ad agenti biologici, compresi i nostri studi.

Pertanto, in tutti gli studi odontoiatrici esiste già una procedura di valutazione del rischio (DVR) dovuto ad agenti biologici e una conseguente minimizzazione dello stesso attraverso l’utilizzo di appositi dispositivi di protezione individuale (DPI), quali guanti, mascherine, visiere, occhiali, indumenti dati in dotazione ai lavoratori esposti a tale rischio.

Vengono inoltre già attuate un insieme di disposizioni che hanno come obiettivo la prevenzione, il controllo e la riduzione della trasmissione delle infezioni in ambiente sanitario, sia da fonti note che da fonti ignote.

Sono costantemente messe in atto dal personale sanitario tutte le procedure di decontaminazione, disinfezione e sterilizzazione volte ad inattivare, distruggere o rimuovere microrganismi patogeni da qualsiasi superficie o strumento che provenga o possa venire a contatto con il paziente.

ANDI, in linea con le indicazioni del Ministero della Salute, suggerisce a tutti i titolari di studi odontoiatrici di adottare le seguenti disposizioni:

  1. Illustrare a tutti gli operatori la corretta applicazione di misure preventive, quali l’igiene delle mani, per ridurre il rischio di infezione;
  2. Istruire il personale di studio su come indossare correttamente i DPI e su come toglierli e smaltirli correttamente (sacco chiuso da smaltire tra i rifiuti speciali)
  3. Posizionare in sala d’attesa e all’ingresso dello studio, dei dispenser di fazzoletti, e/o gel alcolici (con una concentrazione di alcol al 60-85%) lavamani, degli appositi cestini.
  4. Utilizzare costantemente i DPI (dispositivi di protezione individuali) mentre si sta lavorando e pretendere massima attenzione nell’uso degli stessi da parte del personale medico e sanitario
  5. Controllare l’integrità dei DPI e non utilizzare dispositivi non integri.
  6. Adottare sistematicamente e rigorosamente tutte le precauzioni standard.
  7. Aerare tra un paziente e l’altro la SO.
  8. Aerare periodicamente la sala di attesa.
  9. Detergere accuratamente le superfici di maggiore uso con disinfettanti idroalcolici con concentrazione oltre il 60%.
  10. Proteggere con barriere monouso (pellicola trasparente) le superfici più utilizzate, cambiarle tra un paziente e l’altro e gettarle in sacco chiuso da smaltire tra i rifiuti speciali.

Il datore di lavoro, consultandosi preventivamente con il RSPP dello studio (qualora non assuma egli stesso tale incarico), con il Medico Competente ove nominato e il/la RLS, è tenuto ad informare e formare tutti i lavoratori operanti all’interno dello studio odontoiatrico (ai sensi degli art. 36 e 37 del D.Lgs. 81/2008) di tutte le procedure adottate per prevenire la trasmissione del Coronavirus all’interno dei luoghi di lavoro.

Si raccomanda di dare apposita evidenza, con apposito verbale datato e controfirmato da tutti i lavoratori, dell’”avvenuta informazione” svolta da parte del datore di lavoro.

Il datore di lavoro di ogni studio odontoiatrico dovrà quindi vigilare in ordine all’adempimento degli obblighi previsti, sull’adeguata informazione e formazione sui rischi, sulle procedure attuate e sull’addestramento all’utilizzo dei DPI (corrette metodologie per indossare e rimuovere i DPI).

I lavoratori, di conseguenza, saranno tenuti all’osservanza delle disposizioni del datore di lavoro e all’utilizzo dei mezzi di protezioni individuale messi a loro disposizione.

Tutti i lavoratori che negli ultimi 14 giorni hanno frequentato luoghi e persone provenienti dalle aree sottoposte ad ordinanza di divieto e manifestino i sintomi di un’infezione respiratori devono segnalarlo tempestivamente al datore di lavoro.

Fac-simile Ordine di Servizio Coronavirus

CLICCA QUI PER SCARICARE IL MODELLO IN PDF

 

Fac-simile Riunione dipendenti dello studio

CLICCA QUI PER SCARICARE IL MODELLO IN PDF

 

Il decalogo del Ministero della Salute e ISS

CLICCA QUI PER SCARICARE IL MODELLO IN PDF

 

Condividi:
Facebook
YouTube
Twitter
Scrivici