Il senso civico degli odontoiatri pavesi, uniti nell’emergenza

Condividi:

Caro Socio,

In questo periodo di emergenza una gran confusione di notizie ha segnato le nostre giornate. Una di queste mi ha fatto riflettere in modo particolare. Ancora una volta la nostra categoria e il nostro lavoro sono stati declassati, a volte nemmeno considerati: siamo stati perfino paragonati ancora ai cavadenti di inizio Secolo.

Io non ci sto!

Per prima cosa ci tengo a sottolineare che MAI siamo stati obbligati alla chiusura dei nostri Studi, come invece da più parti è stato riportato. Questo grazie ai nostri protocolli di sanificazione e igiene (già attivi prima dell’emergenza Coronavirus), alla nostra preparazione e al nostro ruolo nella cittadinanza. In Italia non esiste un’odontoiatria pubblica: solo noi con le nostre attività possiamo alleggerire il Servizio Sanitario Nazionale, stressato da questa emergenza.

Noi odontoiatri siamo sempre stati presenti fin dall’inizio, anche soltanto per aiutare telefonicamente un paziente con una terapia farmacologica. Per senso civico e rispetto della cittadinanza abbiamo fatto lo stesso un passo indietro, lavorando soltanto per risolvere le urgenze e quei casi valutati indifferibili.

In secondo luogo è giusto ribadire – con tutto il rispetto per le altre categorie – come il nostro ruolo sia da inserire tra le discipline mediche, tra i professionisti che hanno fatto un Giuramento e che spendono ogni giorno della loro vita per curare gli altri.

Infine non ci sto nel sentirmi ancora una volta confuso, magari per un lapsus, con la categoria degli odontotecnici. Peggio ancora se questo succede in diretta TV, durante una trasmissione su un canale nazionale, e addirittura senza venire adeguatamente difesi! Troppa è ancora la confusione tra i cittadini: mai come in questo caso un intervento visto da milioni di persone avrebbe potuto dare un impulso positivo per fare la giusta chiarezza.

Concludo con un’ultima considerazione. Nessuno ci ha detto che dovevamo restare chiusi, ma forse a qualcuno ha fatto più comodo far passare un messaggio ambiguo. Questa situazione lascerà degli strascichi nel nostro lavoro… Ma sono sicuro che la nostra categoria ne uscirà rafforzata e con un’immagine degna del suo nome.

Noi siamo Odontoiatri!
Noi siamo ANDI Pavia!

Il Presidente di ANDI Pavia
Dottor Marco Colombo

Il Presidente di ANDI Pavia, Dottor Marco Colombo
Il Presidente di ANDI Pavia, Dottor Marco Colombo

 

Condividi:
Facebook
YouTube
Twitter
Scrivici